The Sound of Cooking

The Eternal Sunshine of Giugi's (not so) Spotless Kitchen

ANTIPASTO DI PRIMAVERA… più facile a farsi che a dirsi / Spring appetizers

Sarebbe banale iniziare un post dicendo: “E’ venerdi e finalmente è uscito il sole”. Troppo banale vero?
AH, dite che l’ho appena fatto?!… Allora bene, ok, problema “come ti inzio questo post” risolto 😛
 
…Dicevamo. E’ venerdi ed è uscito il sole; dopo il nefasto inizio di questa settimana ormai non ci sperava più nessuno. Beh, io no di sicuro.
E invece eccolo qui a portare il buon umore, non è cambiata anche a voi la giornata? Non vi è venuta voglia di uscire a fare un bell’aperitivo lungo in piazza per godere di questa primavera che finalmente sembra essere arrivata?
Io ho deciso che stasera inauguro il weekend propri così e vi lascio con un’idea, per un aperitivo giust’appunto. O per un antipasto in casa, nel caso aveste organizzato una cena tra amici da voi. E’ un’apertura ad effetto, posso assicurare. Io stessa l’ho preparato per le mie amiche qualche settimana fa.
 
Forza dai, ormai il rito è questo: accendete lo stereo e cominciate a cucinare! Oggi ascoltiamo qualcosa di fresco: Natalie Imbruglia, album “Left of the middle”.
Ma che fine ha fatto Natalie Imbruglia? Una delle donne più belle ( a parer mio, ma sono convinta non solo mio) del mondo? 
Cantante, compositrice e attrice nata a Sydney nel 1975, è sparita da un po’ dalle scene. Dopo la carriera d’attrice in terra natia, l’Australia, ha deciso di trasferirsi a Londra e cominciare così una nuova carriera, quella di cantante…e devo dire la verità, ha dimostrato di avere le carte in regola, sfornando “Left of the middle”, il suo album di debutto.
E’ un disco molto piacevole, che alterna atmosfere fresche a pop-rock un po’ più intenso, fino a ballate soft e sensuali tipo “Leave me alone”. Torn, il singolo di debutto, ha spopolato a livello mondiale e rimane ancora oggi una delle canzoni simbolo degli anni Novanta ( per il genere di riferimento, ovvio). Quindi, alzate il volume e godetevela… 🙂
http://www.youtube.com/watch?v=VV1XWJN3nJo
 
 
apeANTIPASTO DI PRIMAVERA… più facile a farsi che a dirsi 😉
Timballo di riso Venere, Polpettine di frittata e salmone, Brioches alle verdure.
 
 
Per il timballo di riso Venere avete bisogno di: 1 bicchiere e mezzo di riso Venere, una zucchina, pomodorini datterini e grana.
Portate a ebollizione abbondante acqua salata e fate cuocere il riso per circa 50/60min. E’ un riso che impiega abbastanza tempo per la cottura e non “spaventatevi” se l’acqua diventerà viola: non sta scolorendo 😉 Una volta cotto scolatelo e lasciatelo riposare giusto il tempo necessario di preparare il resto dei (velocissimi) ingredienti. A parte tagliate una zucchina a fettine e scottatela alla piastra (badate di scottarle e lasciarle leggermente “umide” non seccatele). I pomodorini invece vanno tagliati a metà e lasciati da parte per la guarnizione, mentre il grana va tagliato a scaglie e messo da una parte anche quello.
Una volta pronte le zucchine il riso si sarà raffreddato a dovere. Procuratevi un coppapasta della forma che più preferite, oppure una formina per biscotti dal bordo abbastanza alto. ( in mancanza del coppapasta vanno bene anche delle coppette o delle scodelle, non troppo profonde). Adagiate su una teglia da forno, precedentemente foderata con la carta da forno, il cappapasta e con l’aiuto di un cucchiaio riempite la formina di riso. Fate attenzione ad IMPACCARE ( si si ho detto proprio impaccare) bene il riso, di modo che possa poi mantenere la forma. L’altezza del timballo dovrà essere di circa 5/6cm. Una volta esaurito il riso e completate tutte le formine prendete le fettine di zucchina grigliate ed avvolgetele alla base del timballo. Grazie al fatto che saranno ancora un po’ umide si chiuderanno senza problemi sovrapponendo un’estremità della fettina all’altra. Completata questa operazione guarnite la superficie del timballo secondo la vostra fantasia con il grana e i pomodorini. Volendo, come ho fatto io, potreste aggiungere giusto un po’ di crema al formaggio morbida e infilarci le scaglie di grana.tim
 
 
Per le polpettine di frittata al salmone vi servono 5 uova e del salmone affumicato. In alternativa al salmone potreste usare anche delle fette di pancetta fresca. Al banco salumi fatevene tagliare alcune dello spessore di mezzo centimetro. Io ho provato entrambe le versioni ( quando ancora non ero vegetariana) e devo dire che mi piacciono molto entrambe.
Procuratevi una teglia per muffin. Foderate ogni buco con le fette di salmone andando a formare quelli che saranno i lati e il fondo della vostra polpetta. A parte sbattete le 5 uova intere, aggiustate di sale e spezzetateci dentro quello che vi rimane del salmone affumicato.
Svuotate le uova sbattute dentro ogni buco precedentemente foderato con le fettine di salmone fino a circa metà dell’altezza.
Infornate a 200° per circa20min o comuqnue fino a quando non vedrete che la superfice delle polpettine sarà dorata.
Togliete dal forno e lasciate riposare dieci minuti poi, facendo attenzione, togliete le polpetine dalla teglia e impiattate.
 
uova
 
 
Per le brioche alle verdure procuratevi le verdure che piu vi piacciono, o magari quelle che gi avete in frigo e un foglio di pasta sfoglia salata già pronto ( per far prima e a meno che non ne abbiate già preparata in precedenza… e per quella farò un post più avanti… :). In commercio ce ne sono di vari tipi, personalmente mi oriento sempre verso la Buitoni.
Io di solito utilizzo sempre zucchine, peperoni gialli e carote. Oltre ad abbinarsi bene insieme come gusti danno un bel effetto di colore ( PRIMAVERA, PRIMAVERA!!!)
Sia che compriate un foglio di pasta sfoglia rotondo, sia che lo prendiate rettangolare, tagliatelo in modo da ottenere dei rettangoli.
A parte tagliate le verdure a listarelle. Non troppo grosse, non troppo sottili.
Prendere il primo triangolo di sfoglia e adagiatevi sopra 3/4 listarelle di verdure che preferite (una per tipo oppure tutte dello stesso tipo). Dovete metterle poco più su di metà, di modo che fuoriescano un pochino dalla pasta. Arrotolate poi su se stesso il triangolo di sfogliae chiudetelo come se fosse una mezza luna sigillando bene la puntina del triangolo che vi uscirà sulla superficie.
 
Una volta preparate tutte le briochine adagiatele sulla teglia del forno, precedentemnte foderata con la carta forno e cuocete a 180° per 20min circa.
Per dare alla pasta una bella doratura, a metà cottura aprite il forno e spennellate la superficie con un po’ di olio d’oliva o con dell’uovo (sbattuto).
 
Ed ecco fatto, il vostro aperitivo è pronto.
Mi raccomando con lo spritz… abbondare!!! 🙂
 
 
*** *** ***
 
 
It would be trivial to start a post saying: “It ‘s Friday and finally the sun came out.” Too corny right?!
AH, what do you say?!? I’ve just done it? … So ok, problem “how can I possibly star this post” solved: P…  It’s Friday and the sun came out. Hasn’t it changed your mood, your day?

Since Spring it’s just behind the corner and outdoors happy hours are coming I decided to post this recipe that can work as a homemade aperitif or as a starter in case you organized a dinner with friends at your place. It’s an impressive opening , I assure you. I myself have prepared it for my friends a few weeks ago.As usual, turn the stereo on and start to cook! Today we’ll listen something fresh: Natalie Imbruglia’s album “Left of the Middle”.
What happened to Natalie Imbruglia? Where did she disappear? One of the most beautiful women (in my opinion, but I am convinced not only mine) in the world?
Singer, songwriter and actress born in Sydney in 1975, she’s gone for a while now. After a career as an actress in her homeland, Australia, she decided to move to London and start  a new career, as a singer … and I must say the truth, she surprised everyone with her debut album. It’s a very pleasant drive, that goes from fresh pop-rock to a little more intense, until soft and sensual ballads like “Leave me alone.”  Torn, the debut single, had great success in the world and still remains one of the icon songs of the nineties (for the kind of reference, of course). So, turn up the volume and enjoy it … 🙂

APERITIVO DI PRIMAVERA… easier to do than to say 😉
Venus rice timbale , frittata and salmon balls, vegetables crescent rolls.

For the Venus rice timbale you need: 1 cup and a half of rice Venus, a zucchini,  tomatoes and parmesan.
Cook the rice for about 50/60min in salted (boiling) water. Do not “scare” if the water turns purple 😉 Once cooked drain and let it sit just long enough to prepare the rest of the (fast) ingredients. Take zucchini and cut into slices and then grill them. The tomatoes instead should be cut in half and left aside for the garnish, while the Parmesan is cut into slivers and put on one side as well.
Get a pastry cutter shape you prefer, arrange on a baking sheet and with the help of a spoon fill the mold.  The height of the pie should be about 5/6cm. Once you run out of rice and completed all the molds take the slices of grilled zucchini and wrap the base of the pie. Due to the fact that they will be a little “wet” (because of grilling) they will close smoothly overlapping one end of the slice to another. Finally garnish the surface of the pie according to your imagination with the parmesan and tomatoes.

 
For the frittata and salmon balls you need 5 eggs and smoked salmon. Alternatively you could also use slices of fresh bacon half a centimeter thick. I tried both versions (even when I was not a vegetarian) and I must say I really like both.
Get a muffin pan. Every hole has to be lined with slices of salmonand that will form what will be the sides and bottom of your ball. Besides, beat the 5 eggs, salt and put inside what is left of smoked salmon.
Empty the beaten eggs into each hole previously lined with slices of salmon up to about half the height.
Bake at 200 degrees for 20min or until you see that the surface of the balls is golden.
Remove from oven and let stand ten minutes then, being careful, remove them from the panand serve.For vegetables crescent rolls get yourself the vegetablesyou like the most, or even those that alreadyare in your fridge and a sheet of puff pastry

I usually  use zucchini, yellow peppers and carrots. They go well together and give a nice color effect (SPRING, SPRING!)
Whether you buy a sheet of puff pastry round, whether you take it rectangular, cut it as to obtain triangles.
Cut the vegetables into strips. Not too big, not too thin.
Take the first triangle of dough and lie down on it  3/4 strips of vegetables of your choice (one of each or all of the same type).  Roll up on itself the triangle and close it as if it were a half-moon.
Once you have prepared them all place them on baking sheets and bake at 180 degrees for about 20min.
To give the dough a nice golden brown, half-cooked, open the oven and brush the surface with a little of olive oil or egg (beaten).And that’s it, your happy hour  is ready.
I recommend it with a spritz … abound! 🙂

Advertisements

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s

%d bloggers like this: