The Sound of Cooking

The Eternal Sunshine of Giugi's (not so) Spotless Kitchen

Here comes the weekend… Ma per pranzo “un’insalatina”! ;)

Premetto: non sono di certo un figurino filiforme. E mi sta bene così. Personalmente non mi sono mai privata dei piaceri della tavola per poter entrare in una taglia 38. Mi piace mangiare, e si vede 🙂

Non sono un armadio ma di sicuro ho le mie forme al posto giusto. E non cammino trattenendo il respiro per non far vedere la pancia.

Mi dispiace tanto per quelli che escono al ristorante in compagnia e ordinano un’insalatina o del riso in bianco. Capisco avessi il mal di stomaco ma se proprio proprio il riso bianco me lo preparo a casa. Mi danno ancora più fastidio quelli ( o forse dovrei dire quellE dato che si tratta di un’attitudine tipicamente femminile)  che magri lo sono, forse fin troppo, e poi elemosinano complimenti e consensi dicendo “oh guarda ho la cellulite”, “oh mamma mia ho messo su mezzo grammo” e il tutto per sentirsi dire “ma-no-ma-che-dici-sei-magrissimo-stai-benissimo-cosi”. Mi chiedo se la notte dormano meglio.

Detto questo potremmo parlare di quanto sia difficile stare a dieta. E potremmo anche lamentarci del fatto che nonostante tutti i sacrifici alimentari l’ago della bilancia scende lento lento. …Che certo, si fa molta più fatica a metterli su piuttosto che perderli. I chili. …E che spesso  a fronte di tutta questa “fatica” ci chiediamo ma chi ce lo fa fare di privarci di tutte le gioie alimentari delle quali vorremmo poter godere in libertà.  Se poi aggiungiamo il fatto che “oggi mi sento gonfio”, “ho tanta ritenzione idrica”, “ho fatto sport e il muscolo pesa più del grasso”… Diciamocelo, ogni scusa è buona.

Oppure potremmo fare un bel respiro e un sorriso e pensare che sì, abbiamo deciso di metterci a dieta, e che i risultati arrivano lenti ma arrivano, e che è meglio un chilo perso che uno guadagnato. Potremmo poi  pensare che, per velocizzare la remise en forme,  se non abbiamo voglia di andare a farci una corsetta, una camminata sarebbe comunque meglio che stare fermi in divano… E soprattutto NON dovremmo pensare alla dieta come a un’ossessione ma piuttosto ad un’occasione che vogliamo regalarci per alimentarci correttamente e stare prima di tutto bene con noi stessi . La regola fondamentale è la costanza.

…E (sospiro di sollievo) certo che gli sgarri sono consentiti ma non devono essere una regola. Diciamo che un giorno alla settimana, per esempio il sabato, potremmo toglierci qualche sfizio. E garantisco, sarete in grado di gustarlo e assaporarlo maggiormente!

MA (sì perché c’è sempre un “ma”) oggi è ancora venerdì. Pranzo per giunta.

E quindi vi cuccate un’insalatina 😛

Procuratevi della valeriana, delle cui proprietà abbiamo già accennato qui , olive nere, pomodorini datterini, un finocchio e 3 uova grandi.

sal

Sbattete le uova in una terrina e aggiustate di sale.  Prendete la teglia per muffin (io a casa ho quella da 6) e dopo aver oliato ogni buco della teglia riempiteli tutti fino a metà. Infornate a 180° per 20min. A parte lavate e asciugate l’insalata, tagliate i pomodorini, le olive e il finocchio. Una volta che le uova si saranno un po’ raffreddate impiattatele insieme alle verdure e servite!

Ah, a proposito di donne forti, muscolose e formose… eccone una GIUSTA che personalmente mi piace tantissimo. E vi saluto con una canzone (che ci sta a pennello) del suo nuovo album!

Buon appetito!

*** *** ***

I have to say it: I’m certainly not a zero size girl. And I’m fine with that. Personally I have never deprived myself of the pleasures of good and tasty food in order to get into a size 0.
And I do not walk holding my breath so as to hide my belly.
I feel so sorry for the ones who have dinner at the restaurant and order just a salad or white rice. I also feel so sorry ( and a bit irritated) for the ones that are lean, maybe too much, and then beg for compliments and appreciation by saying “oh look I have cellulite”, “oh I put on half a gram “. I wonder if they sleep better at night.
That said we could talk about how hard it is to go on a diet. And we could also complain about the fact that despite all the sacrifices the balance goes down very slowly… and for sure, it’s really much more difficult to put them on rather than lose them. The pounds I mean.
And beside it we all have this wonderful excuses that we love to say: “today I feel bloated,” “I have so much water retention”, “I did sports and muscle weighs more than fat” … Let’s face it, it doesn’t work like that.

So…after deciding that this is not the way we should “face the problem”,  we could take a deep breath and a smile and think that yes, we have decided to put on a diet, and that the results will come slowly but they arrive, and one pound lost is better that one pound gained. We might then think that in order to speed up the remise en forme, if we don’t feel like going jogging we could maybe take a walk instead of being stuck in the couch … And above all, we should not think of dieting as an obsession but rather as an opportunity to feed our bodies properly and feel good in our own skin. The basic rule is consistency.
And for sure (sigh of relief) sweets and treats are permitted but should not be a rule. Let’s say that one day a week, on Saturdays for example, we could indulge in some slice of chocolate cake. And I guarantee, you will be able to enjoy it and savor it more!
BUT (for there’s always a “but”) today is still Friday. Lunch.
So here it comes THE SALAD : P
Get yourself some Valeriana salad, the properties of which we have already mentioned here, black olives, tomatoes a fennel and 3 large eggs.
Beat the eggs in a bowl and season with salt. Take the muffin pan (I usually use one for 6 muffin) and fill every hole up to the half. Bake at 180 ° for 20min. Aside wash and dry the salad, cut the tomatoes and olives. Once the eggs are cooled serve them along with the vegetables

Oh, by the way… here’s one strong and curvy woman that I personally really like… http://www.youtube.com/watch?v=r7FU4Usr9H4enjoy the weekend and your meal!

Buon Appetito!

Advertisements

One comment on “Here comes the weekend… Ma per pranzo “un’insalatina”! ;)

  1. Pingback: Sandwich alla nordica… e altre idee per pic-nic e aperitivi | The Sound of Cooking

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s

%d bloggers like this: