The Sound of Cooking

The Eternal Sunshine of Giugi's (not so) Spotless Kitchen

Parigi è sempre una buona idea… per la colazione con i Devotchka!

Volevo iniziare questo post con un’energia esplosiva, con un bel brano rock per dare il buongiorno a tutti a suon di schitarrate e invece… apro la finestra e il cielo è plumbeo. Ancora non piove ma ci siamo quasi.

Accendo il computer, do un’occhiata a Facebook e trovo il link di un’amica che mi pubblica questo https://www.youtube.com/watch?v=Pfi1UQ_PKQI&feature=youtube_gdata_player

Sfoglio il quotidiano, come da rito della mattina, e la situazione è quella che è. Non c’è da stare allegri. L’Italia va come va e tutti pensano all’espatrio ( ma quasi nessuno lo fa, compresa la sottoscritta che ci prova comunque da anni. Poca convinzione forse, poco coraggio, sicuramente poche risorse economiche per poter prendere partire e andare). E comunque, neppure la situazione internazionale è messa meglio. (mi riferisco, solo per fare un esempio, ai due recenti attacchi a Boston di questi giorni).

E poi ci sono io, col mio carattere e i miei umori. Io che sono cambiata a seguito di qualche episodio personale davvero spiacevole. Io che in fondo, a chi vogliamo raccontarla, sono sempre stata così. Una persona che ama le giornate come questa, una persona che preferisce queste temperature al caldo torrido. Sono una persona melanconica. Intendiamoci, amo il sole e amo la bella stagione. Amo l’allegria e sono spumeggiante… ma se dovessi metterla in percentuale diciamo che il melodramma vince 3-0 sulla spensieratezza 🙂

Mi piace la riflessione. L’introspezione.

E credo ci siano musiche, brani e canzoni che bene si accostano, anzi che aiutano questo tipo di pensieri. Parlo di canzoni di gruppi tipo i Radiohead, Sigur Ròs, Mogwai… e oggi i Devotchka per esempio.  I Devotchka sono un gruppo musicale gipsy punk statunitense nato nel 1997 in Colorado. Devotchka è un termine russo che significa “ragazzina”. I DeVotchKa sono un gruppo composto da quattro artisti polistrumentisti, la loro musica è un miscuglio di generi e influenze provenienti soprattutto dall’Europa sebbene il gruppo sia americano. Originariamente sono nati come accompagnamento a show “burlesque”, spesso insieme alla regina del genere: la modella Dita Von Teese.In seguito due loro brani hanno partecipato come colonna sonora nei film “Ogni cosa è illuminata” e “Little miss sunshine” . Nel 2008 inoltre, vengono nominati la “nuova miglior band del Colorado” secondo il giornale The Phoenix. (fonte Wikipedia)

Perciò la mini playlist che vorrei proporvi per accompagnare la colazione di questa mattina è questa, tutta Devotchka: How it ends, You love me, The man from San Sebastian, All the sand in the sea.

La colazione del sabato oggi invece è dedicata ad una coccola speciale che possiamo regalarci dopo una settimana di insalatine e zuppette: LE CREPES SUZETTES. 

crepres giugi

Ingredienti e dosi per 4 persone: 40cl di latte, 250gr di farina, 3 uova, 1 pizzico di sale.  Le dosi sono per 12 crepes circa.

Mescolate bene la farina con il latte, aggiungete le uova e il sale e lavorate fino a ottenere una pastella liscia.

Ungete una padellina con del burro ( le antiaderenti sono le migliori, se non avete quelle per le omelettes delle padelle normali andranno comunque benissimo). Prendete un mestolo di impasto e svuotatelo sulla padellina, muovendola affinchè la pastella ricopra tutto il fondo e cuocete a fuoco basso fino a quando la crepe non risulti dorata. 2 minuti da una parte, girate, 2 minuti dall’altra.

Spalmate le crepes ottenute con qualsiasi tipo di farcia preferiate….Nutella, cioccolato bianco, marmellata, miele… chiudetele a metà e poi di nuovo a metà e spolverizzate con lo zucchero a velo. crepes parigi

Buon appetito! 🙂

Vi lascio con una foto ricordo scattata qualche anno fa.  Nel 2009 io e Chiara,  un’amica,  ( all’epoca anche collega d’ufficio) eravamo all’estero per lavoro. Approfittando di un po’ di tempo libero prima di prendere l’aereo per rientrare a casa siamo andate a mangiarci proprio delle gustosissime, originali, crepes… e dove se non a… Parigi?! 😉

*** *** ***

I wanted to start this post with explosive energy, with a nice rock song to say good morning to all of you and instead … The sky is grey this morning. Not raining yet but we’re almost there.

Turn my computer on, take a look at Facebook and I see a friend of mine published this https://www.youtube.com/watch?v=Pfi1UQ_PKQI&feature=youtube_gdata_player

Take a look at the newspaper, as usual, and there are no good news. There is no reason to be happy.

And then there’s me, with my character and my moods. Me, a person who loves days like this, a person who prefers these temperatures than the scorching heat. I’m a melancholic person. Mind you, I love the sun and I love the summer. I love the fun and bubbly … but if I had to put it on a percentage say that the melodrama wins 3-0 on carefree 🙂

I like the introspection.

And I think there is music that indeed  helps these kinds of thoughts.  Radiohead, Sigur Ros, Mogwai … and today Devotchka for example. The Devotchka are a gypsy punk band American born in 1997 in Colorado. Devotchka is a Russian word meaning “little girl”. The DeVotchKa are a group of four multi-instrumentalists artists, their music is a mix of genres and influences coming mainly from Europe but the group is American. Originally they were born as an accompaniment to show “burlesque”, often with the queen of the genre: the model Dita Von Teese.In later attended two of their songs as a soundtrack in the movie “Everything is Illuminated” and “Little miss sunshine”. Also in 2008, are named the “best new band of Colorado” according to the newspaper The Phoenix. (Source Wikipedia)
Therefore, the mini playlist that I would offer to accompany your breakfast this morning is this, all Devotchka: How it ends, You love me, The Man from San Sebastian, All the sand in the sea.

Today our saturday breakfast is dedicated to a special cuddle after a week of salads and soups : crepes suzettes.

Ingredients for 4 people: 40cl of milk, 250g of flour, 3 eggs, 1 pinch of salt. The doses are for about 12 crepes.

Stir the flour with the milk, add the eggs and salt and processed to obtain a smooth batter.

Grease a pan with butter. Take a ladle of batter on the pan and empty it, moving the pan so that the batter covers the entire bottom. Cook over low heat until the crepe is golden brown. 2 minutes on one side, turn, 2 minutes on the other.

Spread the crepes obtained with any type of filling you prefer …. Nutella, white chocolate, jam, honey … Close them in half and then in half again and sprinkle with icing sugar.

Here is also a photo taken a few years ago. In 2009, my friend Chiara and I(at the time also office colleague) were working abroad. Taking advantage of a little ‘free time before taking the plane to return home we went to eat the original crepes … and where if not in … Paris?! 😉

Advertisements

One comment on “Parigi è sempre una buona idea… per la colazione con i Devotchka!

  1. Pingback: La musica. E una ricettina: torta salata ai peperoni, carote e 3 formaggi. | The Sound of Cooking

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s

%d bloggers like this: