The Sound of Cooking

The Eternal Sunshine of Giugi's (not so) Spotless Kitchen

La musica. E una ricettina: torta salata ai peperoni, carote e 3 formaggi.

Per una volta i ruoli saranno invertiti. Non parlerò di cucina e musica.

Vi parlerò di musica. E in fondo ci metterò una ricetta perchè questo è pur sempre un blog di cucina. Ma diciamocelo, è il mio blog e faccio quello che voglio a casa mia 😉 ( ridete, il tono è scherzoso) …e ora ho proprio bisogno di parlare di musica.

Ci sono giorni in cui la musica ti scivola addosso… in cui sei in macchina con la radio accesa e sei talmente perso nei tuoi pensieri che nemmeno ti accorgi che ciò che stai ascoltando in sottofondo da 5 minuti è solo pubblicità oppure uno speaker davvero incapace.

Questo succede perchè ci sono giorni in cui hai talmente così tante cose in testa, o te ne sono successe di tutti colori, e sei sopraffatto dai pensieri, dagli eventi.

E senti solo rumore, non senti musica.

Ci sono giorni invece, i miei preferiti, in cui vivi di musica. O meglio la musica vive con te. In cui scopri un artista nuovo che sì, avevi approcciato tempo addietro ma mai approfondito. E oggi quello stesso artista torna come un fulmine a ciel sereno a ricordarti che dove le parole falliscono, si esprime la musica. Perchè ci sono giorni in cui potendo parleresti con le canzoni che ascolti. Canzoni che raccontano di felicità, gioia… ma diciamo la verità, le canzoni che più ci rimangono nel cuore sono quelle che ascoltiamo nei giorni malinconici, quelle che sembrano parlare della nostra storia. Canzoni forti, furenti, a volte tristi.

Parlano della nostra delusione, della nostra rabbia. E ti salgono le lacrime dalla gola, dallo stomaco. Non sono capricci, sono cattiverie e ingiustizie che hai dovuto buttar giù come un boccone amaro che adesso chiedono voce. Ti prudono le mani, le gambe sono agitate, il respiro si fa più profondo, intenso, è un respiro di pancia. Avresti voglia di urlare.

Non importa quale sia il vostro genere musicale preferito, sono sicura che nella vostra playlist esistono canzoni che vi fanno sentire così. Che vi fanno venire voglia di spaccare il mondo. E spaccare tutto ciò che avete intorno.

Lo ammetto, sono strana, le canzoni che a me fanno questo effetto non sono canzoni rock, niente heavy metal. Sono gruppi ( di cui vi avevo parlato anche qui ) tipo i Sigur Ròs, Radiohead, Dave Matthews Band e blablabla. Da oggi alla lista, con mia somma gioia, si aggiunge BAT FOR LASHES. Bat for Lashes, nome d’arte di Natasha Khan, polistrumentista, cantante e compositrice inglese.  Definita dalla stampa inglese come “La cantastorie del nuovo millennio”. Personalmente l’ho conosciuta qualche anno fa dopo aver ascoltato per la prima volta ed essermi innamorata della canzone “Daniel” …e non c’è da stupirsi che mi abbia colpita subito dato che il suo genere musicale indie-electro/folktronico viene spesso paragonato a quello di altre mie artiste preferite tipo Bjork, Tori Amos, Fiona Apple, Annie Lennox.

La playlist che vi propongo è: Daniel, Laura, All your gold, What’s a girl to do, Lilies, Moon and moon (probabilmente la riconoscerete come canzone della pubblicità dei nuovi leggins Freddy), Siren song, Horse and I, Sleep alone, Sarah… ma in effetti potrei dirvi di ascoltarle tutte 😉

Bene, dopo essermi sfogata un po’, passo a raccontarvi della ricetta: una facile e veloce torta salata ai peperoni gialli, carote e 3 formaggi. 

torta salata

Le torte salate sono una salvezza quando c’è bisogno di preparare qualcosa di veloce e sostanzioso. Procuratevi dunque un foglio di pasta sfoglia, un peperone giallo, due carote, una mozzarella, 100gr di scamorza affumicata e 100gr di ricotta.

Stendete il foglio di pasta sulla tortiera e a crudo cominciate a riempirlo con i peperoni tagliati a listarelle, le carote tagliate a rondelle, i cubetti di mozzarella, scamorza e la ricotta.

Infornate a 180° per 25minuti… et voilà! Nemmeno questa volta si muore di fame 😉

Advertisements

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s

%d bloggers like this: