The Sound of Cooking

The Eternal Sunshine of Giugi's (not so) Spotless Kitchen

“Other lives” e timballo di riso rosso con crema tonnata/ Red rice and tuna fish cream

Una delle cose che la gente sottovaluta maggiormente ( inclusa la sottoscritta, fino a qualche tempo fa) del fatto di avere un blog, di qualsiasi genere esso sia, sono la dedizione e la costanza necessarie per continuare ad alimentarlo e portarlo avanti.

Specie in certi periodi dell’anno… tipo questo per essere chiari 😛 , in cui si è spesso fuori all’aria aperta, le giornate si allungano, le serate si dividono tra aperitivi lunghi e serate al pub con gli amici e le domeniche si passano al mare o in montagna, al lago o in piscina. Tra l’altro mi capita spesso di non aver proprio voglia di mettermi al forno o fornelli… fa già caldo così, senza dover pre-riscaldare la cucina a 180° 😀

Ad ogni modo, per me è sempre una gioia avere ospiti a casa per cena e passare insieme qualche ora spensierata tra piatti preparati apposta per loro, qualche bicchiere di buon vino e molte risate. Proprio recentemente ho cucinato per una coppia di amici un piatto veloce che ha riscontrato parecchio successo, perfino con il loro bimbo di quasi un anno… e dunque mi fido a riproporvi la ricetta, con una certa dose di soddisfazione 🙂

La colonna sonora che girava per casa finche preparavo questo piatto era interamente dedicata a “Other lives”, indie rock band americana, di Oklahoma city. “L’inesauribile creatività di Jesse Tabish, il cantante, spazia da arrangiamenti e composizioni per pianoforte e chitarra, in un processo di scoperta e ricerca di un suono e di sé che non conosce sosta. Così nasce la plastica, visibile epica dell’anima degli Other Lives. Plasmare il mondo in un’impronta musicale, ridurlo e sintetizzarlo, liofilizzarlo in un concetto, guardarlo attraverso lo spioncino del proprio conscio e subconscio per poi magnificarlo a visione universale, attraverso la musica.
Pare tutto estremamente facile, eppure dietro il successo degli Other Lives, ora osannati da più parti – Thom Yorke tra gli altri – e già segnalati nelle prime rivelazioni di festival importanti come il Primavera Sound di Barcellona, c’è il percorso di un’impronta sonora e di un proprio discorso musicale costruiti poco alla volta, attraverso un sottile equilibrio tra introspezione e apertura incondizionata, tra fine cesello e impeto creativo.”

Sonorità fascinose e originalità melodica: questo gruppo mi ha proprio conquistata.

Se volete approfondire, la fonte di questa così accurata descrizione arriva dal sito ondarock.it . Se invece volete ascoltare qualche brano ve ne segnalo tre, giusto per farvi un po’ l’orecchio e decidere di volerne ascoltare altri poi… “Tamer Animals”, “Don’t let them” e “Black tables”.

Veniamo alla ricetta: timballo di riso rosso con crema tonnata

timb

Procuratevi del riso rosso ( un bicchiere da tavola per persona), 150gr di tonno in scatola, una confezione di formaggio cremoso Philadelphia e qualche stelo di erba cipollina.

Portate l’acqua a ebollizione e mettete a cuocere il riso. Considerate che per il riso rosso ci vogliono dai 17 ai 25 minuti ma (come il riso integrale e il riso nero) tenderà a rimanere sempre un po’ al dente.

Finchè il riso cuoce, in un mixer versate il tonno e il Philadelphia, azionate il tutto e tritate fino a formare una morbida crema. A parte tagliate finemente l’erba cipollina e aggiungetela infine alla mousse. Aggiustate di sale a discrezione.

Una volta pronto il riso, con l’aiuto di un coppa pasta, impiattate e decorate poi a piacimento con la crema, che fungerà da condimento.

Buon appetito! 🙂

*** *** ***

One of the things that most people underestimate (including myself, until some time ago) is the fact that having a blog (of any kind it may be) needs dedication and perseverance. Especially during certain times of the year (like this … to be clear) in which you usually spend your time out in the open air and the nights are divided between outdoor activities and evenings in the pub with friends. Anyway, for me it is always a joy to host friends for dinner and pass along a few carefree hours. Just recently I cooked a quick meal that has been a real success… and therefore I’d like to propose you the recipe, with a certain amount of satisfaction
The soundtrack I listened to while preparing this dish was entirely devoted to “Other Lives”, American indie rock band, of Oklahoma City. “The inexhaustible creativity of Jesse Tabish, singer, ranging from arrangements and compositions for piano and guitar, in a process of discovery and the search for a sound and self that knows no limit. Thus was born the plastic, visible epic soul of Other Lives. Shaping the world music imprint, reduce it and synthesize it, look through the peephole of your conscious and subconscious and then magnify a universal vision through music.
It seems all very easy, yet behind the success of Other Lives, now acclaimed by many – Thom Yorke among others – and already reported in the first revelations of major festivals such as Primavera Sound in Barcelona, ​​there is the path of a fingerprint sound and its own musical discourse constructed little by little, through a subtle balance between introspection and unconditional opening between the end of the chisel and creative impetus. ”
If you want to listen to some songs here I post some worth mentioning: Tamer Animals, Don ‘t let them and Black and tables.
Here’s  the recipe:  Red rice timbale with tuna cream
Get yourself red rice (a glass table per person), 150g. of canned tuna, a package of Philadelphia cream cheese and some stems of chives.
Bring the water to a boil and put to cook the rice. Consider that for the red rice it takes 17 to 25 minutes but (like brown rice and black rice) it will tend to remain always a little raw. Until the rice is cooking, in a blender, pour the tuna and Philadelphia, and mix them in order to prepare a soft cream. Aside finely chop chives and finally add it to the mousse. Season with salt.

Enjoy your meal!

Advertisements

2 comments on ““Other lives” e timballo di riso rosso con crema tonnata/ Red rice and tuna fish cream

  1. mirko
    July 24, 2013

    Me gusta parecchio questo ! Sarà uno dei prossimi piatti in preparazione

    • lagiugi
      July 25, 2013

      Bravo Mirko! Poi fammi sapere come ti viene 😉

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s

%d bloggers like this: