The Sound of Cooking

The Eternal Sunshine of Giugi's (not so) Spotless Kitchen

Ho fame.

Ho fame,

ma fame fame.

Ma non “fame-fame”.

Ho fame di una fame incontrollata, vorace, continua.
Fame di curiosità, fame di sfide, fame di novità.
Di gente, persone, incontri. Di stimoli, prove, esperimenti. Incentivi, motivazioni, spinte.
Ho una fame insaziabile. Ho una fame ingorda. Ho una fame avida.
Ho fame di nuovi posti, di nuovi luoghi, di nuove culture.
Ho fame di profumi e sapori. Di colori.
Di qualcuno o qualcosa che mi faccia sentire ancora piccola, incompleta, con tante cose da imparare e assimilare. Di qualcuno o qualcosa che mi faccia sentire come un vaso da riempire, una brocca che ancora non ha ricevuto la goccia che la fa tracimare. Di qualcuno o qualcosa che mi insegni tutte le cose che ancora non so.
Ho fame di conoscenza, di sapere, di apprendere.
Ho fame di volti sconosciuti che diventino amici con un sorriso. Di occhi che parlano con un solo sguardo. Di mani che guidano e mi accompagnano.
Ho fame di parole e racconti stranieri, ma anche di storie dietro l’angolo, della porta accanto. Storie che mi mostrino un passato che sembra dimenticato, storie che mi proiettino verso un futuro.
Ho fame di musica, di nuove note. Di sinfonie che mi facciano palpitare, di armonie che mi facciano venire il nodo allo stomaco, di suoni che mi lascino senza parole.
Fame.

Sarà il tempo che non accenna a smettere di piovere e mi fa venire voglia di posti esotici, sarà che il fine settimana scorso sono stata a coccolarmi di colori e profumi in un ottimo ristorante indiano, oggi vi propongo: Prawn curry ovvero Gamberi in salsa curry.

Ingredienti per 4 persone:

750 g di gamberi crudi (a me piacciono molto le code di mazzancolle, in alternativa), 1 cucchiaio di curcuma macinata, 155 g di cipolle tritate grossolanamente ( le mie preferite sono le rosse di Tropea), 4 spicchi di aglio schiacciati, 1/2 cucchiaino di paprica, 1 cucchiaino di peperoncini rossi secchi, un pizzico di chiodi di garofano pestati, 1/2 cucchiaino di cardamomo macinato, 1 cucchiaino di zenzero fresco tritato finemente, 3 cucchiai di olio di arachidi o di girasole, 2 pomodori tagliati a dadini, 250 ml di latte di cocco, 2 cucchiai di foglioline fresche di coriandolo.

foto

Pulite i vostri gamberi avendo cura di togliere il guscio e il filamento scuro, lavateli sotto acqua corrente fredda e fate attenzione di lasciare le code intatte. Spolverateli con la curcuma. In un mixer tritate finemente cipolle, aglio, paprica, peperoncini, chiodi di garofano, cardamomo e zenzero. A parte scaldate l’olio in un tegame e unite il composto ottenuto nel mixer. Mescolate e cuocete a fiamma bassa per 10 minuti, aggiungendo un po’ d’acqua se necessario, ovvero nel caso il composto cominciasse ad attaccare. Sarà pronto quando diventerà dorato e l’olio rimarrà ai margini del tegame. Unite i gamberi, i pomodori e il latte di cocco lasciando sobbollire per 5 minuti, fino a cottura dei gamberi. Infine aggiungete le foglioline di coriandolo.

Rimanendo in tema di viaggi e scoperte, saltiamo da una parte all’altra del pianeta. Dall’ India direttamente in Islanda, per scoprire i Mùm, una delle band di punta nell’attuale panorama della musica elettronica minimale e atmosferica.

Advertisements

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s

%d bloggers like this: